Multimedia

Padre Pietro

GTranslate

Italian English French German Portuguese Russian Spanish


Designed by:
SiteGround web hosting Joomla Templates

Pasqua 2017 PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Sabato 15 Aprile 2017 16:50

Pasqua 2017

Carissimi fratelli, è Pasqua, festose suonano le campane per annunciare al mondo cristiano che Cristo è Risorto.

Il Messia liberatore è ancora presente tra le schiere di numerosi martiri dell’era moderna.

L’eco delle campane non deve soltanto farsi udire dai figli devoti di Maria S.S., che come duemila anni fa fu testimone oculare del più doloroso degli omicidi mai avvenuti: la Crocifissione del Figlio di Dio, fatto uomo per la nostra salvezza.

Lo stesso volto, gli stessi occhi, atterriti da tanta crudeltà, sono quelli di quelle madri che vedono i loro figli straziati da acerbissime torture ed uccisi per far tacere il loro grido, come duemila anni fa il Battista “la voce che grida nel deserto” gridano Pace e Giustizia!

 

 

Uccisero il Cristo martoriarono il corpo ma non poterono far tacere l’ideale di libertà dei popoli, di pace di fratellanza comune sotto un solo Padre, l’Onnipotente, la Prima Persona della S.S. Trinità.

Fratelli, questa Pasqua 2017, che è stata preceduta dal periodo quaresimale, deve darci la certezza che come i discepoli di Emmaus, furono istruiti, incoraggiati e avviati verso la libertà, cioè la Grazia di Dio dal Risorto Gesù.

Il mio appello è unito all’appello del Papa, pellegrino sulla terra, missionario di Maria, il Pietro pescatore del terzo millennio: amatevi fratelli, dimenticate l’odio, vivete nell’umiltà, la preghiera sia la consolazione e lo scopo principale della vostra esistenza di cristiani battezzati con l’acqua e con lo Spirito.

Come gli Apostoli dopo la Resurrezione del Maestro, anche noi a loro esempio, dobbiamo portare la buona novella ed essere convinti che un giorno anche noi potremmo contemplare insieme ai giusti le bellezze del Paradiso come ci sono state promesse da Gesù, il Consolatore di ogni anima.

L’invito che io rivolgo a voi, “Figli del Cuore Immacolato di Maria”, a voi sacerdoti di Cristo, Sacerdoti in Eterno, a voi Suore, Spose del Divino Agnello, a voi Vescovi Pastori e successori degli Apostoli, a voi uomini di cultura, unitevi nella preghiera più fervorosa, dimenticando i gradi sociali e di mettere in risalto il Comandamento di Gesù “ Amate i vostri fratelli come Io ho amato voi”.

Non è presunzione la mia, non sono un giudice, ma un fratello che si rivolge ad altri fratelli dello stesso Padre, per tendere una mano verso quei nostri fratelli che sono ancora nel viottolo buio della perdizione: droga, aborti, divorzi, prostituzione, ecc.

Il messaggio di Maria S.S. sia in questa giornata di Pasqua unito all’invito di Gesù di essere fratelli, servi e testimoni del più grande atto di Amore mai conosciuto dall’umanità: la Passione e Morte di Gesù in Croce!

Pregate per la pace nel mondo e anche per le mie intenzioni.

Siate, come il poverello di Assisi, araldi di Pace e di Bene.

Buona Pasqua 2017

Vostro fratello

Fra Pietro Maria