Multimedia

Padre Pietro

GTranslate

Italian English French German Portuguese Russian Spanish


Designed by:
SiteGround web hosting Joomla Templates

Notizie
Le ultime notizie dal Team Joomla!

Pasqua 2016 PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Lunedì 28 Marzo 2016 14:34

Pasqua 2016

Carissimi fratelli, Cristo Risorto, ci ripete, “La vita non consiste nel capire, ma nell’ amare”.

Il buon senso pratico della vita, la scienza medica, la psicologia moderna, l’altruismo umano, ci ripetono che dobbiamo saper amare tutti.

Un uomo privo di sensibilità per il prossimo, un uomo senza cuore è un’anormale.

Patimenti, una società povera di altruismo è una società malata.

L’errore enorme della società contemporanea è stato quello di dare il primo posto allo sviluppo intellettuale, invece ogni uomo è stato creato da Dio per amare e per agire.

Il pensiero e il sentimento dell’uomo non sono fini a se stessi, ma sono bensì in funzione dell’amore e dell’azione, o meglio, dell’amore operante.

È la carità, cioè l’amore disinteressato per Dio e per il prossimo, lo scopo della nostra vita.

Questa non è soltanto una verità religiosa, ma pure un’esperienza scientifica, chi vive diversamente è fuori strada.

L’intellettuale, l’artista, il produttore, il parlamentare devono ardere di carità nella loro professione specifica.

Ognuno di noi, ci ripete Cristo Risorto,” deve evitare di vivere l’egoismo”.

Purtroppo questa è una malattia del nostro tempo di cui tutti dobbiamo guarire se fossimo colpiti.

L’egoismo è solitudine e vivere ignari di tutto il bene che ognuno di noi potrebbe fare.

Guai ai disinteressati, ai fannulloni della propria esistenza, potrebbero collaborare a realizzare tante opere di bene per la Chiesa e per l’umanità che ne ha bisogno, invece vivono rosi dal loro egoismo senza produrre nulla.

Ultimo aggiornamento Lunedì 28 Marzo 2016 15:12
Leggi tutto...
 
Notizia riferimento messaggio 6 gennaio 2016 PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Giovedì 25 Febbraio 2016 09:49

In riferimento al messaggio di Gesù 6 gennaio 2016

Messaggio di Gesù 6 gennaio 2016 ore 17,10

Figli, pace a voi.

Il mondo vivrà momenti di paura a causa del male che si risveglia nella mente di uomini con il cuore malvagio.

Figli, ci sarà morte e confusione nella fede, la Chiesa si dividerà, il Papa soffrirà senza l’aiuto dei suoi fratelli.

I pastori saranno confusi, regnerà il caos ovunque, molti segreti non saranno svelati per falsa prudenza e molti soffriranno. Poca preghiera, molte sono le iniziative vuote di vero significato evangelico.

Fra i religiosi il peccato di mancanza di purezza e molto grave.

Molti consacrati, consacrano con i peccati.

Fermatevi, convertitevi e ritroverete il puro spirito evangelico.

Dove c’è il Mio Corpo ci deve stare pace, verità e fratellanza. Vi benedico.

Gesù

Ultimo aggiornamento Domenica 06 Marzo 2016 17:14
Leggi tutto...
 
Lettera ai fedeli PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Giovedì 04 Febbraio 2016 09:14

Lettera ai fedeli dei gruppi di preghiera San Ciriaco e N.S. della Cava e dei Cavalieri templari: comunicazione del padre spirituale e Gran

Cappellano dell'Ordine dei Cavalieri del Tempio.

Carissimi fratelli e sorelle, stiamo entrando nel periodo della quaresima, periodo che ci porta a vivere con più sentimento il sacrificio di Gesù.

In questo anno della Misericordia voluto da Papa Francesco, ci da la possibilità di rinnovarci e rialzarci per una vita sana e cristiana.

Le ferventi parole che il Papa quotidianamente pronuncia nella Messa a Santa Marta ci apre la speranza tra ognuno di noi ad avvicinarci al Cuore del Padre

consapevoli di essere perdonati dai vari peccati gravi e meno gravi che quotidianamente commettiamo a causa della nostra fragilità umana.

Ma capita che spesso come dice il Papa, nel Clero si trovano uomini che credono di ottenere benefici materiali attraverso la loro posizione nell’ambito della Chiesa

ergendosi a giudici.

Io come ben sapete porto avanti una battaglia con il vescovo Domenico Padovano e l’arcivescovo d’Ambrosio, perché loro sostengono che la mia ordinazione non

è valida anzi, è un imbroglio da parte mia.

Questa delicata questione mi ha creato sofferenze fisiche non più guaribili e pur cercando di dimostrare l’autenticità della mia ordinazione facendo intervenire vari

Dicasteri della Curia Romana in mio favore essi non ritengono nulla di veritiero.

Il 2 Febbraio c.m. recandomi ad assistere per partecipare alla Santa Messa nella Chiesa di San Giovanni Bosco in San Pietro Vernotico, il giovanissimo parroco

don Alessandro Mele si è rifiutato di darmi la Santa Eucarestia non considerando le mie condizioni di salute, la mia cecità e la figura che ho fatto essendo vestito

con un saio della nostra comunità.

Ho sofferto tantissimo riferendomi che era ordine del vescovo mentre nelle altre Chiese della diocesi ricevo tranquillamente la Santa Eucarestia.

Questo giovane prete desideroso di fare carriera e di mostrare di essere servo fedele al suo padrone “la vanità” si è dimenticato delle parole del papa,

Misericordia verso tutti.

Mi avrebbe concesso la comunione e invitandomi di non tornare più senza creare confusione fra i fedeli.

Da parte mia ho provato dolore per la incompetenza nell’amministrare il Sacramento della Carità verso un infermo da parte di un sacerdote che si vantava nel

difendersi per il rifiuto che lui aveva studiato.

La cultura umana, le lauree, i titoli accademici senza la carità, come dice San Paolo, sono nulle.

Ultimo aggiornamento Giovedì 04 Febbraio 2016 09:34
Leggi tutto...
 
Preghiere alla Madonna della Cava di surbo PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Giovedì 17 Dicembre 2015 10:01

Preghiere alla Madonna della Cava di Surbo

Ultimo aggiornamento Domenica 03 Gennaio 2016 20:28
Visualizza
 
« InizioPrec.1234567Succ.Fine »

Pagina 3 di 7